LA PRIMA VOLTA DI LUCY

Un saluto care Sissy, è stato un piacere passare un pò di tempo con Lucy facendole domande un pò piccanti sulla sua prima volta,ho fatto arrivare per lei questa nuova uniforme rosa con le scarpe color cipria, una vera caramella rosa, è stato un pò come conversare tar due amiche, sarei davvero curiosa di conoscere la vostra prima volta, che tipo die esperienza, come avete organizzato l’incontro, se siete riuscite davvero a lasciarvi andare e godere al 100% la vostra prima volta? Inviatemi le vostre mail raccontandomelo, le leggerò nel prossimo video.

2 risposte a “LA PRIMA VOLTA DI LUCY”

  1. Ciao padrona Claudia, complimenti per quello che hai creato e soprattutto per capire psicologicamente il desiderio e le fantasie più nascoste delle Sissy, distinguendole dalla massa che spesso generalizza attribuendo termini inappropriati, come Trav, Cross.. etc. Spesso sono pragmatica, educata, riservata ma ho sempre una parte femminile che mi accompagna. In età adolescenziale, quando vedevo una coppia che si baciava in panchina in un parco, oppure in bus, magari lei vestita sexy con tanga, leggins e stivali, oppure con collant, minigonna e tacchi, volevo essere al posto della donna, proprio vestita uguale e godermi il suo uomo accarezzandolo e baciandolo.
    Praticamente mi sento donna, ragiono come una donna ottimizzando i tempi e gestendo il tempo. Nel periodo 17-24 oltre lo studio, frequentavo una scuola di ballo latino americano,due volte a settimana, i frequentatori iscritti erano maturi, tutta gente dai 30 in poi, ma considerando che in 16 persone c’erano pochissime donne, la maestra mi faceva indossare una tuta da ginnastica e imparare i passi della dama quindi sempre nel gruppo delle donne. Nelle sere ballavo abbracciata, e a volte durante il ballo molto stretto, “sentivo” la loro erezione. Inizialmente mi vergognavo,mi imbarazzava, poi ho scoperto che sentivo delle sensazioni nuove e mi sono lasciata andare e ho intrapreso quel ruolo che a carnevale ho evidenziato vestendomi “en femme” tutta sexy, naturalmente le mie mutandine in pizzo erano ricoperte di crema a causa dei molti orgasmi che ho avuto, semplicemente sentendolo duro… La cosa interessante e che tutto questo senza averlo toccato, mi sentivo proprio una femminuccia Figa. Adesso adoro il variegato mondo femminile, specialmente fare shopping, camminare, provare abiti e soprattutto le scarpe, a proposito complimenti per la collezione, fossi da te con il tuo permesso le proverei tutte. Dal 2005 in poi andavo in disco dove c’è la serata bisex, tipo Pisa, Art club etc.
    Mi piace naturalmente quando mi guardano le mie gambe e sedere, mi fanno commenti sul mio corpo, del tipo ” bella figa, bel culo, come sei bona etc” mi corteggiano chiamandomi al femminile, mi invitano a ballare strusciandosi facendomi sentire la loro erezione tra le mie cosce, spesso mi capita di limonare nei divanetti con qualche bell’uomo. Naturalmente il gioco finiva nel bacio oppure a quello che meritava in un classico fellatio. Queste fantasie segrete venivano effettuate nel fine settimana due o tre volte al mese, non più a causa del mio lavoro a turni.. lavoro in un panificio, (sono brava a far crescere e lievitare..!!) nonostante sia diplomata, ma oggi occorre sapersi accontentare e lavorare, basta un lavoro onesto, poi vedremo chissà. Quindi ritornando a parlare della mia esperienza, non saprei definirmi se sono una – Craving for cock great slut – oppure una timida, ma la mia prima esperienza è stata quando sono stata alla street parade di Zurigo. Sono andata da sola, in treno, prenotato un hotel e visto che con molta gente tutta vestita strana, mi sono vestita da strega sexy,con vestito acquistato in sexy shop, parrucca, rossetto, occhiali, calze rete, gonna e stivaletti. Molta gente che ballava, di notte e di giorno, mi piaceva molto anche perchè è stata la prima volta che ho indossato indumenti femminili per tre giorni.. In quel giorni appena uscita tutta sexy dall’hotel per andare a ballare in strada, un uomo maturo mi ha chiesto di uscire a cena, ho preso il suo numero visto che era di Firenze in vacanza, ci sono uscita. Mi è venuto a prendere in auto, mi ha chiesto di indossare sempre il solito costume e superato imbarazzo iniziale dopo cena ci siamo divertiti, io ero seduta sul cofano che stringevo tra le cosce il suo bel fisico, e lui che mi baciava, accarezzandomi le gambe e inserendo il dito nel mio culetto dopo averlo lubrificato con la mia saliva visto che lo leccavo tutto, cosi abbiamo continuato per molto tempo, poi mi sono abbassata e me lo sono gustato oralmente, una buona crema, stile yogurt magro…poi mi ha accompagnato a ballare in piazza dove ci sono i camion con musica, ma avevo sempre nelle labbra il suo sapore, non riuscivo più a smettere di pensare a quel bellissimo momento e quindi la sera dopo, ho invitato nel mio hotel e guardando la tv, con un buon lubrificante e dolci preliminari, abbiamo fatto sesso completo…inizialmente doloroso, ma piano piano mentre mi baciava con la lingua dietro, ed io stavo a testa e mani basse mentre il mio culetto in aria, il mio culetto stretto stretto si allargava e fantasticamente mi sentivo finalmente “calda e aperta”, sensazione di orgasmo unico e fantastico, veramente stupendo, poi dopo pochi minuti mentre lui mi cavalcava da sopra il mio piccolo clitoride, (il mio pene) ha eiaculato e quindi come una vera vagina ha lubrificato ancora il mio buchetto facendomi andare in estasi. Da quella sera è diventato il mio fidanzato, sono ritornata con lui in auto, e adesso che ho 34 anni è 6 anni che conviviamo in appartamento, lui lavora alle poste. Naturalmente faccio la casalinga quando sono a casa, quindi non solo sesso ma come una brava donna stiro cucino, pulisco vetri, giardinaggio..
    Padrona Claudia, spero che non ti ho annoiato, ma ci tenevo a dirti la mia esperienza su questa passione.. Un bacio da Sara di San Casciano FI.

I commenti sono chiusi.